Formaggi a lavorazione tradizionale

La Valsassina

Le vaste distese di prati verdi, l’aria frizzante e pulita, i sentieri che si addentrano tortuosi nei boschi, le cime che si imbiancano con la prima neve. E, immancabilmente, i sapori genuini da gustare riunendosi attorno a una tavola imbandita. 
A pochi chilometri dalla frenesia della città, la “nostra” Valsassina è ricchissima di tesori da scoprire. Pasturo, sede di Carozzi, è anche un luogo molto caro alla storia della letteratura italiana. Qui Alessandro Manzoni ambienta la casa di Agnese, madre di Lucia Mondella dei Promessi Sposi. E qui nasce nel 1912 la poetessa Antonia Pozzi, che dedica splendidi versi a descrivere le sue amate montagne. 

Escursioni

Gli amanti delle escursioni a piedi o in bicicletta possono scegliere tra percorsi di diverse difficoltà, ammirare i paesaggi mozzafiato e ristorarsi nei numerosi rifugi ad alta quota.

Enogastronomia

Un vanto del nostro territorio, testimonia come le tradizioni possano resistere nel tempo, senza perdere la propria autenticità. Prime fra tutte, le storie legate alla filiera lattiero-casearia: non è un caso se per la Valsassina è stato coniato il nome “la Valle dei Formaggi”.

Radici profonde nel grembo di un monte conservano un sepolto segreto di origini – e quello per cui mi riapro stelo di pallide certezze.

Antonia Pozzi - 15 febbraio 1935